Checkpoint Charlie a Berlino

Checkpoint Charlie a Berlino

Ogni volta che ti avvicini troppo a Friedrichstraße 43-45 inizi a notare un aumento di persone. Turisti, per l'esattezza. Intorno a un piccolo stand sull'ex confine tra Berlino Ovest e Berlino Est, migliaia di persone si riuniscono ogni anno per scattare foto al Checkpoint Charlie... O almeno a quello che pensano sia il Checkpoint Charlie.

La verità è che il sito è stato spostato più volte, gli attori che un tempo sostituivano le guardie di frontiera sono stati licenziati e il sito è più una farsa che un dato di fatto. Il dramma di una città divisa può essere vissuto in modo più autentico in molti altri luoghi di Berlino .

Ecco la tua guida al Checkpoint Charlie, la sua storia, lo stato attuale e come vedere Berlino oggi com'era una volta.

Significato di Checkpoint Charlie

Checkpoint Charlie divenne il punto di passaggio più noto tra Berlino Est e Berlino Ovest durante la Guerra Fredda. Uno dei tre punti di ingresso attraverso il muro di Berlino , il cancello vicino a Friedrichstraße era il "Checkpoint C", o Checkpoint Charlie, per gli Alleati. I sovietici in realtà lo chiamavano КПП Фридрихштрассе e i tedeschi dell'est lo chiamavano Grenzübergangsstelle Friedrich-/Zimmerstraße .

C'erano anche Checkpoint Alpha e Bravo, ma Checkpoint Charlie era significativo in quanto solo gli stranieri potevano attraversarlo. Anche la sua posizione su Friedrichstrasse, una strada storica nel centro della città occupata dagli americani, distingueva l'incrocio. Questa era l'unica porta in cui la Germania dell'Est consentiva ai diplomatici alleati, al personale militare e ai turisti stranieri di entrare nel settore sovietico di Berlino.

Solo una semplice baracca prefabbricata, non è mai stata pensata per essere un valico di frontiera permanente o legittimo, sebbene svolgesse compiti vitali. Ciò rifletteva l'atteggiamento degli americani nei confronti del muro di Berlino, che non sarebbe durato. Il lato del posto di blocco della Germania dell'Est era molto più elaborato con torri di guardia permanenti e ricerche approfondite di materiali proibiti.

Questa traversata fu teatro di numerosi tumultuosi scambi di prigionieri e audaci fughe. È anche ben ricordato per una resa dei conti che incarnava la tensione dell'epoca. Il 22 ottobre 1961 il diplomatico americano Allan Lightner tentò di passare dal Checkpoint Charlie per assistere all'opera a Berlino Est. Gli è stato consentito l'ingresso solo dopo essere tornato con soldati statunitensi armati. Tuttavia, i funzionari della Germania dell'Est hanno negato l'ingresso ad altri americani fino a quando il generale statunitense Lucius Clay non ha dato una dimostrazione di forza e si è scontrato con il posizionamento dei carri armati T-55 della Germania dell'Est in una tesa situazione di stallo.

Checkpoint Charlie Oggi

Dopo la caduta del muro nel 1989, il posto di blocco è stato dismesso il 22 giugno 1990. Una copia della casa di guardia e il cartello che segnava il valico di frontiera sono stati creati da collocare sul sito originale. Ricreato per assomigliare alla prima casa di guardia del 1961, è stato sostituito più volte con diversi design e layout e ora mostra una minima somiglianza con la stazione di guardia originale.

Anche l'area circostante è cambiata drasticamente. Gli sviluppatori hanno demolito l'ultima struttura originale sopravvissuta del Checkpoint Charlie, la torre di guardia della Germania dell'Est, nel 2000. Non potendo essere classificata come punto di riferimento storico, è stata sostituita con uffici moderni e minimarket. Diverse bancarelle di souvenir con cianfrusaglie berlinesi e finti tschotsk militari disseminano l'area turistica.

Nelle vicinanze si trova anche il museo privato Haus am Checkpoint Charlie . Situato in posizione strategica, il museo è di grande richiamo visivo e un'attrazione popolare in città,

Tuttavia, sono in corso tentativi per rendere il sito una migliore rappresentazione della sua storia. Le guardie freelance che starebbero in uniforme per le foto (e un euro o due) sono state bandite e il sito stesso subirà una drastica ristrutturazione. Sono in corso lavori per trasformare l'area in una piazza pubblica piuttosto che in uno stretto divisorio in una strada trafficata, completa di un museo della Guerra Fredda e alloggi più convenienti per i residenti. Il tempo dirà quanto tempo ci vorrà per sviluppare questo piano. Si spera che non ci sarà un altro fiasco all'aeroporto di Berlino .

Dove andare oltre al Checkpoint Charie

La casa di guardia che aveva funzionato come punto di passaggio per tanti civili e soldati è stata ritirata nel Museo degli Alleati a Berlino-Zehlendorf. Questo museo offre mostre ben organizzate in tedesco, inglese e francese sui diversi settori di Berlino, fughe di tunnel , nonché una torre di guardia e un pezzo del muro di Berlino . Sebbene si trovi fuori dal centro, questo museo gratuito offre uno sguardo migliore sulla storia del muro rispetto a ciò che rimane al "Checkpoint Charlie".

Altri siti per comprendere la storia del muro di Berlino :