Come garantire la tua sicurezza durante il viaggio in Grecia

Come garantire la tua sicurezza durante il viaggio in Grecia

Nel corso degli anni, la Grecia ha avuto periodi occasionali di disordini che hanno portato i viaggiatori a chiedersi quanto sia sicuro il paese. 

In conclusione: ci sono rischi nel viaggiare in Grecia , compresi alcuni unici nel paese, ma a partire da aprile 2020, il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti non scoraggia i viaggiatori americani dal visitare il paese e sollecita i viaggiatori a esercitare le normali precauzioni. 

Preoccupazioni per la sicurezza della Grecia

La Grecia è stata teatro di numerosi attacchi terroristici interni. Inoltre, il Dipartimento di Stato americano avverte del potenziale di attacchi terroristici transnazionali nei paesi europei. L' avvertimento indica che tutti i paesi europei sono potenzialmente vulnerabili agli attacchi terroristici concentrati su aree pubbliche in cui turisti e gente del posto possono riunirsi e fornisce informazioni dettagliate sulla sicurezza per aiutare i turisti a evitare di diventare un obiettivo opportunistico.

Il Dipartimento di Stato rileva inoltre i seguenti problemi di sicurezza relativi alla Grecia:

  • Scioperi e manifestazioni sono comuni e possono degenerare in violenza. Il 17 novembre di ogni anno, puoi aspettarti di assistere a dimostrazioni. Questo è l'anniversario della rivolta studentesca del 1973 contro il regime militare.
  • Attenzione ai gruppi anarchici violenti. Alcuni usano i campus universitari come rifugio. Possono unirsi a manifestazioni pacifiche che poi diventano violente.

Come in molte città europee, ci sono avvertimenti sui crimini contro i turisti. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sollecita cautela nelle città greche poiché è noto che crimini come borseggi e scippi si verificano nelle aree turistiche, sui mezzi pubblici (in particolare la metropolitana) e nelle aree commerciali di Salonicco. Sono stati segnalati furti in auto e l'ambasciata degli Stati Uniti ha ricevuto segnalazioni di attacchi legati all'alcol contro singoli turisti in alcuni luoghi di villeggiatura e bar.

Attenzione, inoltre, ai fuochi d'artificio celebrativi pericolosi e spesso fatti in casa per le celebrazioni della Pasqua greco-ortodossa a mezzanotte del Sabato Santo. 

Zone da evitare in Grecia

Se ci sono disordini per qualsiasi motivo, queste sono le aree da evitare:

Aree metropolitane del centro:  queste aree sono spesso teatro di proteste. Ad Atene, evita la zona intorno a Piazza Syntagma, Panepistimou e Embassy Row. Sfortunatamente, questo include anche alcuni dei migliori hotel di Atene.

Campus universitari:  gruppi anarchici violenti hanno utilizzato i campus come luogo di rifugio e quindi il Dipartimento di Stato avverte che i manifestanti si radunano frequentemente nella regione del Politecnico. Il dipartimento mette anche in guardia contro l'avvicinamento all'Università Aristotele. 

Mentre le immagini televisive possono essere spaventose in tempi di disordini, la Grecia ha una lunga "tradizione" di vigorosa protesta civile. Di solito nessuno si fa male e la violenza è diretta contro la proprietà, non contro le persone. Se ci sono manifestazioni e vengono usati gas lacrimogeni, ciò può influire sulla qualità dell'aria nelle immediate vicinanze. Se le strade sono piene di manifestanti, puoi aspettarti chiusure e difficoltà di trasporto. Inutile dire che le visite turistiche saranno ridotte.

Luoghi per un viaggio tranquillo in Grecia

Le grandi città greche sono le più colpite da manifestazioni e scioperi. Evita le grandi città e pianifica il tuo viaggio verso una di queste destinazioni più tranquille: 

  • Le isole greche Santorini, Creta, Rodi, Lesbo e Corfù sono tutte buone opzioni. Sulle isole più grandi, come Creta e Corfù, potrebbero esserci dei disagi nelle città principali nei momenti di stress, ma niente come quello che sperimenteresti ad Atene o Salonicco. Se ti riguarda, scegli un hotel  fuori dai centri urbani di Heraklion, Chania, Salonicco, Rodi e Corfù, anche se gli ultimi due sono raramente coinvolti in disordini civili.
  • La campagna greca:  è probabile che i luoghi con popolazioni più anziane e quelli un po' fuori mano rimangano tranquilli. Nafplion, sulla  penisola del Peloponneso , è una città piacevole che offre una buona base per gite di un giorno a Corinto, Epidauro e persino attraverso il ponte Rio-Antirio fino a Delfi.
  • Una crociera nelle isole greche:  una crociera in Grecia è un'ottima opzione, poiché le navi hanno la possibilità di saltare una sosta in porto in caso di problemi di sviluppo. Ottieni il massimo beneficio dal mare e dal sole e hai la mobilità a tuo favore.

Suggerimenti per un viaggio più sicuro e più facile

Considera questi suggerimenti quando viaggi in Grecia:

  • Avere un cellulare che funzioni in Grecia . Acquista un telefono pay-as-you-go se necessario. Un locandiere che cerca di avvisarti di una situazione potrebbe non voler effettuare una chiamata internazionale costosa. Inserisci i numeri del tuo hotel e altri numeri importanti nel tuo cellulare, come luoghi turistici e ristoranti, così puoi chiamare e chiedere se sono aperti, se sono accessibili o se c'è un percorso alternativo. Mantieni il tuo cellulare carico e disponi di una fonte di alimentazione di riserva.
  • Viaggia leggero e intelligente. Trascinare tanti bagagli rende tutto più difficile. Prendi la metà di quello che pensi di aver bisogno. Ridimensionalo. Prendi la fotocamera più piccola. Strappa il capitolo della guida di cui hai bisogno o scatta una foto digitale ed evita del tutto i documenti. Dimentica la borsa a tracolla. Usa un piccolo zaino; potresti volerne uno con una robusta griglia metallica all'interno.
  • Compra una buona mappa prima di andare. E tienilo con te. Se trovi il tuo percorso bloccato, avrai delle opzioni e se chiami qualcuno per assistenza, puoi capire meglio le loro indicazioni. La mappa di Atene fornita dall'ufficio GNTO all'aeroporto è eccellente ed è gratuita. Una mappa cartacea è ancora il modo migliore per orientarsi senza ingrandire o rimpicciolire all'infinito su un piccolo schermo e consumare quella che potrebbe essere la preziosa carica della batteria. Usa il tuo cellulare o un altro dispositivo accanto alla mappa cartacea per i dettagli.
  • Porta con te abbastanza farmaci per il doppio della durata del tuo viaggio. Imballare una quantità nel bagaglio e una nel bagaglio a mano. Conserva almeno una scorta di un giorno o due in un piccolo contenitore per pillole.
  • Porta con te una copia a colori del passaporto e un'altra copia nel bagaglio, insieme a copie extra del tuo itinerario. Invia copie digitali tramite e-mail a un account e-mail a cui puoi accedere tramite Internet.
  • Iscriviti allo Smart Traveller Enrollment Program ( STEP ) per ricevere messaggi di sicurezza e rendere più facile per l'ambasciata americana localizzarti in caso di emergenza.
  • Impara alcune parole di greco e abbastanza dell'alfabeto greco per decifrare i segnali stradali. Può riscaldare la tua accoglienza e, allo stesso tempo, aiutarti a rimanere sul percorso, il che è fondamentale se devi apportare modifiche dell'ultimo minuto.
  • Parla con i greci. Probabilmente sanno cosa sta succedendo e saranno felici di dirtelo, condividere le loro opinioni, la loro politica e i loro consigli. Tieni d'occhio le cose leggendo i giornali in lingua inglese, guardando la stazione di notizie locale e facendo domande al tuo hotel.

Assicurazione di viaggio e annullamento del viaggio

Se vieni a conoscenza di disordini nelle città greche o sviluppi preoccupazioni, puoi decidere di annullare il tuo viaggio. Se la tua assicurazione di viaggio ti copre o meno in caso di cancellazione dipende dalla tua polizza. Molti assicuratori di viaggio consentono una cancellazione in caso di  disordini civili  nella tua destinazione o in una regione che devi attraversare. Contatta direttamente la tua compagnia assicurativa per i dettagli.

Nota: se è prevista una protesta o uno sciopero prima che tu salga sull'aereo, la tua compagnia di assicurazione di viaggio potrebbe rifiutarsi di coprire le tue spese. Assicurati di chiedere se l'azienda esclude eventuali incidenti pianificati. E ricorda: il Giorno dell'Indipendenza (25 marzo) e il 17 novembre vedono spesso proteste in Grecia.