Come visitare il Palatino a Roma: la guida completa

Come visitare il Palatino a Roma: la guida completa

Colle Palatino

Indirizzo
Colle Palatino, 00186 Roma , Città Metropolitana di Roma Capitale , Italia

Il colle Palatino di Roma è uno dei famosi " Sette colli di Roma ", i colli vicino al fiume Tevere dove un tempo si svilupparono diversi insediamenti antichi e si unirono gradualmente per formare la città. Il Palatino, uno dei colli più vicini al fiume, è tradizionalmente considerato il luogo di fondazione di Roma. La leggenda narra che fu qui nel 753 aC che Romolo, dopo aver ucciso il fratello Remo, costruì un muro difensivo, istituì un sistema di governo e iniziò l'insediamento che sarebbe cresciuto fino a diventare la più grande potenza dell'antico mondo occidentale.Naturalmente, ha chiamato la città come se stesso.

Il Colle Palatino fa parte della principale area archeologica dell'antica Roma ed è adiacente al Colosseo e al Foro Romano. Eppure molti visitatori di Roma vedono solo il Colosseo e il Foro e saltano il Palatino. Si stanno perdendo. Il Colle Palatino è ricco di affascinanti rovine archeologiche e l'ingresso al colle è incluso con il biglietto combinato Foro/Colosseo. È sempre molto meno visitato di quegli altri due siti, quindi può offrire una piacevole tregua dalla folla.

Ecco alcuni dei siti più importanti del Colle Palatino, oltre a informazioni su come visitarli.

Come arrivare al colle Palatino

Il Palatino è raggiungibile dal Foro Romano, tenendo la sinistra dopo l'Arco di Tito una volta entrati nel Foro dal lato del Colosseo. Se sei entrato nel Foro da Via di Fori Imperiali, vedrai il Palatino incombere sul Foro, oltre la Casa delle Vestali. Puoi ammirare il panorama del Foro mentre ti dirigi in direzione del Palatino: non puoi davvero perderti per strada.

Il nostro posto preferito per entrare nel Palatino è da Via di San Gregorio, situata appena a sud (dietro) il Colosseo. Il vantaggio di entrare qui è che ci sono meno gradini da salire e, se non hai acquistato il tuo biglietto per Palatino, Colosseo e Foro, puoi acquistarlo qui. Non c'è quasi mai una fila e non dovrai fare la fila lunghissima alla biglietteria del Colosseo

Se prendi i mezzi pubblici, la fermata della metropolitana più vicina è Colosseo (Colosseo) sulla linea B. L'autobus 75 parte dalla Stazione Termini e ferma vicino all'ingresso di Via di San Gregorio. Infine, i tram 3 e 8 si fermano sul lato est del Colosseo, a pochi passi dall'ingresso del Palatino.

Punti salienti del colle Palatino

Come molti siti archeologici a Roma, il Colle Palatino è stato il luogo di costante attività e sviluppo umano per molti secoli. Di conseguenza, le rovine giacciono una sopra l'altra ed è spesso difficile distinguere un oggetto dall'altro. Inoltre, come molti siti a Roma, la mancanza di segnaletica descrittiva rende difficile sapere cosa stai guardando. Se sei molto interessato all'archeologia romana, vale la pena acquistare una guida, o almeno una buona mappa, che offre maggiori informazioni sul sito.Altrimenti, puoi semplicemente passeggiare per la collina a tuo piacimento, goderti lo spazio verde e apprezzare la vastità degli edifici lì.

Mentre vaghi, cerca questi siti più importanti sul colle Palatino:

  • Palazzi Imperiali:  questo vasto complesso comprende la Domus Flavia e la Domus Augustana ed è stata la dimora degli imperatori romani dall'epoca di Augusto fino alla caduta dell'Impero d'Occidente nel V secolo d.C. Resti oggi sono frammenti di cinque secoli o più di costruzione. I punti salienti includono lo Stadio, che potrebbe essere stato utilizzato per le corse di cavalli o come giardino privato dell'imperatore Domiziano e le Terme di Settimio Severo del III secolo, costruite durante una delle ultime grandi espansioni del Palazzo.
  • Vista del Circo Massimo:  dalla zona del Palazzo, puoi passeggiare fino al bordo del Colle Palatino e guardare dall'alto il Circo Massimo, l'immenso ippodromo sotto il Palatino. Ammirerai la stessa vista di cui godevano gli imperatori romani: guardavano le corse delle bighe e altri spettacoli da questo trespolo sopra la mischia.
  • Il Museo Palatino:  Questo piccolo museo contiene grandi sculture, la maggior parte delle quali in frammenti, rinvenute durante gli scavi sul Palatino. L'ingresso è gratuito, vale la pena fare una breve sosta, e qui ci sono anche i servizi igienici.
  • Case di Augusto e Livia:  L'imperatore Augusto e sua moglie Livia avevano case affiancate sul Palatino. Entrambi erano riccamente decorati con affreschi e mosaici, molti dei quali rimangono. Nella Casa di Augusto si può anche vedere lo studio privato dell'imperatore, dove scrisse la sua autobiografia, Le gesta del divino Augusto,  nel 14 d.C. Ragazzo modesto. Puoi visitare entrambe le case con un biglietto combinato, ma devi prenotare in anticipo e i siti chiudono frequentemente per conservazione e riparazioni. Per saperne di più visita il sito di COOP Cultura .
  • Le capanne dei Romulani:  vicino alle case di Augusto e Livia, vedrai un cartello che indica la Casa Romuli . Fai la deviazione verso il lato opposto del Colle Palatino più vicino al fiume, e puoi vedere ciò che resta di quello che gli archeologi ritengono sia il primo sito di insediamenti umani sul Palatino. Un tempo semplici capanne dondolanti e fangose ​​ricoperte da tetti di paglia, ciò che rimane ora sono buchi di palo e fondamenta scavate nel letto di roccia tufacea. Il gruppo di abitazioni è stato soprannominato "La casa di Romolo", anche se non ci sono prove certe che Romolo abbia mai vissuto qui. Tuttavia, rappresentano un pezzo importante del primo sviluppo di Roma. Da questo punto di osservazione, avrai anche una bella vista della cupola della Basilica di San Pietro in lontananza.
  • Criptoportico:  questo passaggio coperto lungo 130 metri fu costruito per consentire agli imperatori di viaggiare da un palazzo all'altro in relativa segretezza e al riparo dalle intemperie e da potenziali assassini. (Questo non ha funzionato per il dispotico Caligola, che sarebbe stato assassinato in questo corridoio nel 41 d.C.) Il corridoio contiene alcuni frammenti di soffitti a volta scolpiti e, in una calda giornata di sole a Roma, non c'è posto più fresco dove stare.
  • Giardini Farnese:  Costruiti dal Cardinale Alessandro Farnese nel 1500, i Giardini Farnese furono il primo giardino botanico privato in Europa. Con sgomento degli archeologi moderni, il giardino copre gran parte di quello che era il Palazzo di Tiberio e incorpora alcune delle rovine. Anche se non ha nulla a che fare con il suo antico splendore, il giardino è ancora un bel posto in cui passeggiare e ci sono molte aree ombreggiate ed erbose dove puoi riposarti e rinfrescarti. Assicurati di tuffarti nel Ninfeo, una grotta artificiale costruita per evocare precedenti strutture romane. Sempre ai Giardini Farnese ci sono diverse terrazze che si affacciano sul Foro Romano, sul Campidoglio e oltre. Questi punti panoramici offrono alcuni dei panorami più iconici di Roma e sono da non perdere. 

Pianifica la tua visita al Palatino

L'ingresso al Palatino è incluso in un biglietto combinato per il Colosseo e il Foro Romano . Dal momento che molto probabilmente vorrai visitare questi siti durante il tuo viaggio a Roma, ti consigliamo vivamente di vedere anche il Palatino. Puoi acquistare i biglietti in anticipo dal sito web ufficiale di COOP Culture  o tramite vari fornitori di terze parti. I biglietti costano € 12 per gli adulti e gratuiti per i minori di 18 anni. COOP Cultura addebita un costo di 2 € a biglietto per gli acquisti online. Ricorda, se non hai i biglietti in anticipo, puoi recarti all'ingresso del Palatino in Via di San Gregorio e acquistare i biglietti con poca o nessuna attesa.

Qualche altro consiglio per la tua visita:

  • Indossa buone scarpe da passeggio.  Il terreno sotto i piedi spazia da sentieri sterrati fitti a marciapiedi in cemento a lastricati irregolari e strade ambientate in epoca romana. Ci sono anche scale in diversi punti. Dovresti essere in condizioni ragionevolmente buone per camminare e indossare scarpe da passeggio robuste e comode.
  • Porta una bottiglia d'acqua. Soprattutto se visiti in estate, camminerai sotto il sole cocente, spesso in zone senza ombra, quindi porta una bottiglia d'acqua ricaricabile. Ci sono un paio di fontane d'acqua sul Palatino dove puoi riempire la tua bottiglia, ma non c'è acqua in bottiglia in vendita sulla collina.
  • Porta uno spuntino o un picnic, ma sii discreto. In particolare vicino ai Giardini Farnese, ci sono panchine e alcune zone dove puoi sdraiarti sull'erba e mangiare un panino che hai portato con te. Tuttavia, non portare una coperta e un cestino da picnic e pensare di rilassarti per qualche ora. Il picnic di per sé non è consentito sul Palatino, tuttavia nessuno ti scaccerà se ti fermi qualche minuto per un boccone veloce. Nota che non ci sono vendite di cibi e bevande sul Palatino, quindi se non porti uno spuntino, programma la tua visita prima o dopo pranzo.
  • Non provare a vedere tutti e tre i siti in un giorno.  L'area archeologica combinata del Palatino, del Foro Romano e del Colosseo è tentacolare, affollata e travolgente. Non cercare di visitare tutti e tre i siti in un giorno: finirai per essere esausto e alla fine non apprezzerai ciò che stai vedendo. Il tuo biglietto è valido per 24 ore dal momento in cui entri nella prima attrazione. Quindi, se visiti il ​​Foro e il Palatino il primo giorno ed entri, ad esempio, alle 10 del mattino, potrai vedere il Colosseo il giorno successivo, a patto che entri entro le 10 del mattino Ti consigliamo vivamente di spalmare la tua visita su due giorni.