Il Centro Pompidou è sempre stato una delle principali attrazioni di Parigi

Il Centro Pompidou è sempre stato una delle principali attrazioni di Parigi

Il Centro Georges Pompidou è una delle grandi attrazioni di Parigi. È un vero e proprio centro culturale, che attrae tutti per le sue dimensioni, la sua architettura (ancora oggi moderna, progressista ed emozionante), i suoi spazi pubblici antistanti sempre pieni di artisti che si esibiscono e folle di curiosi, e soprattutto, per i suoi entusiasmanti programmi culturali di ogni genere.

Il Centre Georges Pompidou ospita il Museo Nazionale d'Arte Moderna con un'impressionante collezione di arte del XX secolo . È inoltre dedicato a tutte le forme di opere moderne e contemporanee, tra cui letteratura, teatro, cinema e musica. È la quinta attrazione più visitata di Parigi con 3,8 milioni di visitatori all'anno.

Storia del Centre Pompidou

Questo famoso centro parigino è stato un'idea del presidente Georges Pompidou, che per primo ha immaginato un centro culturale incentrato interamente su tutte le creazioni moderne nel 1969. L'edificio è stato progettato dall'architetto britannico Richard Rogers e dagli architetti italiani Renzo Piano e Gianfranco Franchini, ed è probabilmente uno dei i progetti architettonici più distinti al mondo. Ha aperto il 31 gennaio 1977 con idee, design e specifiche tecniche rivoluzionarie, anche se l'idea di spostare i piani interni verso l'alto o verso il basso per creare spazi di dimensioni diverse non è mai stata realizzata.Era troppo costoso da fare e troppo dirompente per l'edificio.

I primi direttori del museo hanno messo in scena spettacoli straordinari: Parigi – New York, Parigi – Berlino, Parigi – Mosca, Parigi – Parigi, Vienna: nascita di un secolo e altro ancora. È stato un periodo entusiasmante e ha portato a ulteriori acquisizioni.

Nel 1992 il Centro si è ampliato per accogliere spettacoli dal vivo, film, conferenze e dibattiti. Ha anche rilevato il Center of Industrial Design, aggiungendo una raccolta di opere di architettura e design. Ha chiuso per 3 anni tra il 1997 e il 2000 per lavori di ristrutturazione e aggiunte.   

Il Museo Nazionale d'Arte Moderna-Centre de Création Industrielle

Il museo custodisce oltre 100.000 opere dal 1905 ad oggi. Dalle collezioni originarie prelevate dal Musée de Luxembourg e dal Jeu de Paume, la politica di acquisizioni si è allargata fino ad accogliere grandi artisti non presenti nelle collezioni originarie come Giorgio de Chirico, René Magritte, Piet Mondrian e Jackson Pollock, oltre a Joseph Beuys, Andy Warhol, Lucia Fontana e Yves Klein.

Raccolta di fotografie. Il Centre Pompidou ospita anche la più grande collezione di fotografie d'Europa composta da 40.000 stampe e 60.000 negativi provenienti sia dalle principali collezioni storiche che da privati. Questo è il posto per vedere May Ray, Brassaï, Brancusi e New vision e artisti surrealisti. La collezione è nella Galerie de Photographies.

La Design Collection è abbastanza completa e comprende pezzi moderni provenienti da Francia, Italia e Scandinavia e nomi come Elieen Gray, Ettore Sottsass Jr, Philippe Starck e Vincent Perrottet. Ci sono sia prototipi unici che pezzi eccezionali che non vedrai altrove.

La Collezione Cinema  nasce nel 1976 con un programma intitolato Una storia del cinema . L'idea era di acquistare 100 film sperimentali. Da questo punto di partenza è cresciuto e ora conta 1.300 opere di artisti visivi e registi, con l'accento sul lavoro ai margini del cinema. Quindi copre film d'artista, installazioni cinematografiche, video e opere HD.

La New Media Collection è la più grande del mondo. I lavori sui nuovi media vanno da installazioni multimediali a CR-ROM e siti web dal 1963 ad oggi con opere di artisti del calibro di Doug Aitken e Mona Hatoum.

Circa 20.000 disegni e stampe compongono The Graphic Collection di opere su carta. Ancora una volta, la collezione si espanse dalle opere originali per includere quelle di Victor Brauner, Marc Chagall, Robert Delaunay, Jean Dubuffet, Marcel Duchamp, Wassily Kandinsky, Matisse, Joan Miró e altri. La politica di poter accettare acquisizioni al posto dell'imposta di successione ha portato opere di artisti del calibro di Alexander Calder, Francis Bacon, Mark Rothko e Henri Cartier-Bresson.  

Mostre

Ci sono sempre numerose mostre in corso, che coprono tutte le discipline artistiche.

Visitare il Centre Pompidou

Sulla riva destra di Parigi , il Centre si trova nel quartiere Beaubourg . C'è molto da fare qui intorno, quindi pianifica un'intera giornata e concediti almeno mezza giornata per il Centro Pompidou.

Place Georges Pompidou4° arrondissement
Tel.: 33 (0)144 78 12 33
Informazioni pratiche (in inglese)

Orario di apertura: Tutti i giorni tranne il martedì 11:00-22:00 (le mostre chiudono alle 21:00); Dal giovedì alle 23:00 solo per le mostre al livello 6

Ingresso : il biglietto per musei e mostre include tutte le mostre, il museo e la veduta di Parigi. Intero 14€, ridotto 11€
Biglietto Vista di Parigi (nessun ingresso al museo o alle mostre) 3€

Gratuito la prima domenica di ogni mese
Gratuito con il Paris Museum Pass valido per 60 musei e monumenti. 2 giorni €42; 4 giorni € 56; 6 giorni € 69

Sono disponibili tour delle collezioni e delle mostre.

Librerie

Ci sono tre librerie nel Centre Pompidou. Puoi accedere al negozio di libri al livello zero, così come alla boutique di design al piano rialzato che ha articoli eccellenti e insoliti, senza pagare i biglietti per il centro.

Mangiare al Centre Pompidou

Il ristorante Georges al livello 6 è il ristorante più formale. Buon cibo, ottimi cocktail (e vino e birra) e viste spettacolari. Aperto tutti i giorni dalle 12:00 alle 14:00.

Mezzanine Café – Snack Bar
Al livello 1, questo è per spuntini leggeri ed è aperto tutti i giorni tranne il martedì dalle 11:00 alle 21:00. 

A cura di Mary Anne Evans