La Storia di Assisi, Italia e Guida del Visitatore

La Storia di Assisi, Italia e Guida del Visitatore

Assisi è una splendida città collinare nella splendida regione dell'Umbria in Italia. Per i visitatori, le "città collinari" medievali sono come le città dei libri di fiabe dimenticate dal tempo; non si sono sviluppate in grandi città nel corso dei secoli, ma hanno piuttosto mantenuto i loro vicoli stretti, le porte massicce, gli edifici in pietra e altre caratteristiche che troviamo così affascinanti.

Ma Assisi è molto più di una graziosa cittadina collinare. Migliaia di persone vengono per adorare nelle magnifiche chiese di Assisi e per pregare Francesco d'Assisi, un santo molto amato.

San Francesco d'Assisi (1182-1226), patrono d'Italia, è chiamato affettuosamente Il Poverello , perché visse e predicò una vita di semplicità e povertà. Tuttavia, non iniziò la vita in quel modo; infatti, la vita di San Francesco d'Assisi è una specie di racconto "dalla ricchezza agli stracci".

01 di 04

Sfondo: San Francesco d'Assisi

L'uomo che conosciamo come San Francesco - un santo spesso raffigurato tra uccelli e animali, che visse nella semplicità e nella povertà - non fu né povero né santo nella sua giovinezza.

Crebbe ad Assisi come figlio di un ricco mercante, ed era un giovane e selvaggio bon vivant : amava cantare, ed era un trovatore; amava i bei vestiti. Ma quando la città di Assisi combatté Perugia quando Francesco aveva vent'anni, fu catturato e trascorse un anno in prigione. Una volta libero, ha cambiato completamente la sua vita: ha dato tutto ciò che possedeva ai poveri, si è preso cura dei lebbrosi e ha predicato un messaggio di povertà, umiltà e gioia.

Francesco trascorse anni vagando, predicando e cantando cantici. Ha creato una comunità per vivere secondo i suoi ideali. A quel tempo, la Chiesa cattolica incarnava il tipo più rigoroso di gerarchia; Francesco predicava una fede umile, molto più vicina alla vita di Cristo.

Vai al punto 2 di 4 qui sotto.
02 di 04

Basilica di San Francesco

Oggi, ad Assisi, i pellegrini affollano la bellissima Basilica de San Francesco. Nella chiesa inferiore, dove è sepolto San Francesco, si accede attraverso l'arcata della foto, ed è una meraviglia di bellezza, con le volte decorate, alcune dipinte di blu scuro e punteggiate di stelle.

Nella cripta della chiesa inferiore si trova la tomba di San Francesco. Lo stesso San Francesco volle un luogo di sepoltura umile, con i delinquenti su quello che veniva chiamato "Colle dell'Inferno", fuori le mura cittadine. Il suo più stretto seguace, frate Elia, seguì alla lettera se non nello spirito il suo desiderio: aspettò che Francesco fosse fatto santo, e poi nel 1228 iniziò la costruzione di una basilica a due piani su quel colle che ora ricevette un nuovo nome, la "Collina del Paradiso.

Continua a 3 di 4 sotto.
03 di 04

Chiesa Superiore della Basilica de San Francesco

La chiesa superiore della Basilica de San Francesco è stata gravemente danneggiata da un terremoto nel 1997: il tetto è crollato, uccidendo quattro persone. Fortunatamente, la bella e ariosa chiesa è stata ora restaurata. 

Continua a 4 di 4 sotto.
04 di 04

Panoramica della città collinare di Assisi

Credenti e non credenti allo stesso modo possono godere di questa bellissima città collinare. E anche chi non venera San Francesco deve ammettere che questo poeta, cantore, giovane selvaggio e santo fu una figura affascinante ai suoi tempi.