Le 22 cose migliori da fare a Napoli, in Italia

Le 22 cose migliori da fare a Napoli, in Italia

Tanto grintosa e caotica quanto bella e vibrante, Napoli, o Napoli in italiano, è una città dalle molte contraddizioni. Situato nel Sud Italia, o Mezzogiorno (terra del sole di mezzogiorno), il suo vivace porto marittimo si trova ai margini del Golfo di Napoli, all'ombra del Vesuvio, il vulcano che distrusse la vicina Pompei.

Il celebre centro storico di Napoli è ricco di chiese architettonicamente sbalorditive, musei affascinanti, palazzi eleganti e piazze animate, tutte orbitanti attorno ad alcune strade principali. La densità delle attrazioni turistiche ti consente di entrare facilmente in contatto con l'essenza culturale di Napoli pur avendo il tempo di goderti i suoi vini pregiati e cibi deliziosi, come... Aspetta... La pizza!

Ecco un elenco di alcune delle nostre cose preferite da fare e da vedere nel centro storico di Napoli, in Italia.

01 di 21

Visita il Duomo di Napoli (Duomo)

Indirizzo
Via Duomo, 147 , 80138 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 294764

Dedicata al santo patrono di Napoli, San Gennaro, questa cattedrale gotica del XIII secolo presenta affreschi e opere d'arte barocche, ma soprattutto custodisce le reliquie del santo, tra cui due fiale del suo sangue coagulato. Assicurati di visitare l'area archeologica sotto la cattedrale, con rovine dall'antica Grecia al Medioevo. Non dimenticare di dare un'occhiata al battistero del V secolo, adornato con mosaici in stile bizantino. Ogni anno, il 19 settembre, migliaia di persone si riuniscono qui nel giorno della festa di San Gennaro per assistere al miracolo della liquefazione del sangue del santo. Processioni e festeggiamenti si protraggono per otto giorni.

02 di 21

Ammira gli affreschi e le piastrelle del Complesso di Santa Chiara

Indirizzo
49/c, Via Santa Chiara, 49 /C, 80134 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 060 6976

Eretta in questo sito nel XIV secolo, la Chiesa di Santa Chiara fa parte di un complesso religioso costituito da un monastero, tombe e un museo archeologico. Nel XVII e XVIII secolo fu rimaneggiata con una facciata barocca, ma dopo essere stata distrutta dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, fu ricostruita nel suo originale stile gotico-provenzale. Qui si trovano le tombe dei monarchi angioini e le reliquie di San Luigi di Tolosa, compreso il suo cervello. Accanto alla chiesa si trova il coro delle monache con frammenti di affreschi attribuiti a Giotto. I chiostri adiacenti, progettati da Vaccaro nel 1742, contengono intricate colonne e panche piastrellate in maiolica, e le pareti del cortile presentano affreschi del XVII secolo raffiguranti santi, allegorie e scene dell'Antico Testamento. Nel museo troverai uno stabilimento balneare romano risalente al I secolo d.C

03 di 21

Esplora Piazza San Domenico Maggiore e la Cappella Sansevero

Indirizzo
P.za S. Domenico Maggiore , 80134 Napoli NA , Italia

Una delle piazze più importanti di Napoli, Piazza San Domenico Maggiore presenta un obelisco costruito dai monaci come gesto di gratitudine per essere sopravvissuto alla mortale peste del 1656. Sulla piazza si trova il quattrocentesco Palazzo Petrucci, con l'ingresso e il cortile originali intatto. Verso il fondo della piazza si trova la Chiesa di San Domenico Maggiore, dove è possibile vedere i resti di una basilica romanica originale del X secolo e l'arte del primo Rinascimento, come gli affreschi di Pietro Cavallini, nonché copie di opere di Caravaggio e Tiziano (gli originali sono al Museo di Capodimonte). All'interno della chiesa si trovano le tombe di vari membri della dinastia angioina, oltre alla croce del XIII secolo che si diceva avesse parlato con San Tommaso d'Aquino. Da non perdere una visita alla Cappella Sanseverocon sculture in marmo e dipinti del '700, tra cui lo straordinario e struggente Cristo Velato del Sanmartino.

04 di 21

Ammira le rovine romane della Basilica di San Lorenzo Maggiore

Indirizzo
Piazza San Gaetano, 316 , 80138 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 211 0860

Un raro edificio gotico, la Basilica di San Lorenzo Maggiore ha al di sotto i resti scavati (scavi) di una città greco-romana, compreso un foro romano. Diverse ricreazioni sono state allestite per mostrare come poteva essere la città in epoca romana. Il museo espone opere di epoca greca e romana fino al XIX secolo, in particolare i soffitti affrescati delle sale Capitolare e Sisto V.

Continua a 5 di 21 di seguito.
05 di 21

Esplora la Napoli Sotterranea

Indirizzo
Vico S.Anna di Palazzo, 52 , 80132 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 400256

Sotto la città si trova un labirinto nascosto di antiche gallerie, acquedotti, cisterne, catacombe e un teatro greco-romano dove l'imperatore Nerone aveva il suo camerino. Napoli Sotterranea accompagna i visitatori in un affascinante tour della vasta rete sotterranea di camere e percorsi sepolti sotto questa città moderna.

06 di 21

Torna indietro nel tempo al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Indirizzo
Piazza Museo, 19 , 80135 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 442 2149

Famosa in tutto il mondo per avere un'eccezionale collezione di antichità greche e romane, tra cui mosaici, sculture, gemme, vetro e argento, mostra anche un'impressionante collezione di reperti provenienti da Pompei. Concedi almeno mezza giornata qui e non dimenticare di prenotare in anticipo per il tour del gabinetto segreto, dove puoi vedere opere erotiche da Pompei.

07 di 21

Immagina la vita nel Palazzo Reale (Palazzo Reale)

Indirizzo
Piazza del Plebiscito, 1 , 80132 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 400547

Iniziato dai viceré spagnoli nel 1600, Palazzo Reale fu poi ampliato fino a diventare il palazzo reale di Napoli. Dietro il bell'aspetto esterno ci sono grandi sale e appartamenti reali pieni di arredi, arazzi, dipinti e porcellane. Visita il giardino pensile dove le ampie vedute della baia ti ricordano che è bello essere un re.

08 di 21

Passeggiata per Piazza del Plebiscito

Indirizzo
Piazza del Plebiscito , 80132 Napoli NA , Italia

Fu dopo l'Unità d'Italia nel 1860 che Piazza del Plebiscito prese il nome. Situata proprio nel centro di Napoli, la piazza un tempo spettinata è stata abbellita negli ultimi anni per riflettere la grandezza dei suoi importanti vicini: Palazzo Reale (Palazzo Reale) e San Francesco di Paola, con una cupola del XIX secolo modellata sul modello Pantheon a Roma. La piazza è ulteriormente impreziosita da Palazzo Salerno e Palazzo della Prefettura, insieme a diverse statue equestri del re Carlo III e del re Ferdinando I del maestro scultore Antonio Canova. Da Piazza del Plebiscito si prosegue su Via Toledo (detta anche Via Roma): un'area pedonale che è una delle principali vie commerciali e commerciali del centro storico.

Continua a 9 di 21 di seguito.
09 di 21

Guarda le parti del corpo al Museo di Anatomia

Indirizzo
Via Luciano Armanni, 5 , 80138 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 1876 0393

Se le catacombe e le cripte non ti bastano macabre, nel Museo Anatomico dell'Università della Campania Luigi Vanvitelli, parte del MUSA museo della scienza e dell'arte, puoi vedere i resti conservati di esseri umani reali. Per alcuni, le mostre sono roba da incubi, ma per altri è solo un altro giorno al museo.

Sbircia attraverso barattoli pieni di formaldeide una serie di strani difetti medici, o passa alla sezione anatomica più tranquilla del museo per ammirare il lavoro di Efisio Marini e Giuseppe Albini, che hanno creato opere d'arte uniche utilizzando parti del corpo in salamoia o calcificate .

10 di 21

Passeggia Spaccanapoli nel Cuore della Città

Spaccanapoli è la via principale che taglia in due il cuore storico e chiassoso della città. Correndo da est a ovest, offre un facile accesso alle attrazioni più famose di Napoli. Brulicante di gente giorno e notte, il viale ospita chiese classiche e antichi palazzi (edifici signorili). Parte di quella che era una città greca e poi romana, il quartiere di Spaccanapoli ha una rete di strade strette e tortuose, molte zone solo pedonali. Lungo la strada, tieni d'occhio i piccoli negozi che vendono piatti tradizionali di strada napoletani, come la pizza a portafoglio (pizza ripiegata) e le "palle di riso" fritte (palle 'e riso).

11 di 21

Negozio in Via San Gregorio Armeno

Indirizzo
Via San Gregorio Armeno , 80138 Napoli NA , Italia

Anche se non ti piacciono le scene di presepi religiosi, vale sicuramente la pena vivere Via San Gregorio Armeno. Allineati con una serie di botteghe artigiane che realizzano statuette e scenografie per presepi o presepi tradizionali napoletani , le statuine e i souvenir si riversano sulla strada. Circa a metà della via San Gregorio Armeno si trova l'omonima chiesa. Il martedì alla funzione delle 9:30, assisti al miracolo del sangue liquefatto di Santa Patrizia.

12 di 21

Esplora gli antichi portici in Via dei Tribunali

Indirizzo
Via dei Tribunali , Napoli NA , Italia

Conosciuta anche come Decumano Maggiore, Via dei Tribunali è un'altra antica strada che attraversava l'antica città greca di Neapolis fondata nel V secolo a.C. Lungo il percorso visita splendide chiese gotiche, rinascimentali e barocche che conservano numerosi capolavori, tra cui un dipinto del Caravaggio nella Chiesa del Pio Monte della Misericordia. Le arcate ombrose (portici) risalgono a più di 1.000 anni fa.

Vai al 13 di 21 qui sotto.
13 di 21

Mangia tutta la pizza napoletana

Non c'è piatto più profondamente legato all'identità culturale della città della pizza. Introdotta per la prima volta nel mondo dagli antichi greci verso la fine del XVIII secolo, la focaccia tonda trovò la sua strada nel sud Italia. Popolare alimento della classe operaia venduto principalmente dai venditori ambulanti, ha guadagnato l'attenzione di tutto il mondo all'inizio del XX secolo, quando la regina Margherita di Savoia ha sviluppato una predilezione per la prelibatezza contadina. Convocò a palazzo reale lo chef Raffaele Esposito e nacque la pizza Margherita. Nel 2017 il mestiere del pizzaiuolo è stato ufficialmente riconosciuto come arte culinaria quando è stato inserito nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità dell'UNESCO.

14 di 21

Viziatevi alla Pasticceria Scaturchio

Indirizzo
P.za S. Domenico Maggiore, 19 , 80134 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 551 6944

Non perderti la delizia gastronomica dei dolci napoletani. Assaggia i dolci tradizionali come il babà (pasta imbevuta di rum) e la Sfogliatella (pasta sfoglia ripiena di ricotta e agrumi canditi). Il meglio del meglio si trova da Scaturchio, la pasticceria più antica di Napoli.

15 di 21

Ammira il panorama dal Castel dell'Ovo

Indirizzo
Via Eldorado, 3 , 80132 Napoli NA , Italia

Situato in una posizione di rilievo sul porto, Castel dell'Ovo è la più antica fortificazione di Napoli. Costruita nel 1154, la fortificazione occupa un isolotto prospiciente il quartiere di Santa Lucia. Un tempo sede del commercio di molluschi della città, divenne in seguito residenza reale sotto i Normanni e gli Hohenstaufen. Oggi il castello è utilizzato principalmente per mostre e concerti.

16 di 21

Vedi Castel Nuovo

Indirizzo
Via Vittorio Emanuele III , 80133 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 795 7722

Eretto per Carlo d'Angiò nel 1279-1282, questo imponente Castello Nuovo oggi ospita il Museo Civico. Con affreschi, dipinti e sculture in bronzo del XIV e XV secolo dal Medioevo ad oggi, il castello è noto anche come Maschio Angioino. Costruita in stile aragonese (a parte le torri e la Cappella Palatina), vanta all'ingresso un arco trionfale costruito nel 1454. Le porte originarie in bronzo sono ora nel Palazzo Reale.

Continua a 17 di 21 di seguito.
17 di 21

Prova l'Acustica al Teatro di San Carlo

Indirizzo
Real Teatro di San Carlo, 80133 Napoli NA , Italia

Il teatro lirico più grande e antico d'Italia, il Teatro di San Carlo è riconosciuto per la sua acustica perfetta. Costruito per Carlo di Bordone nel 1737, fu ricostruito nel 1816, dopo un incendio.

18 di 21

Guarda i Maestri al Museo e Parco di Capodimonte

Indirizzo
Via Miano, 2 , 80131 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 749 9130

Tra i musei più ricchi d'Italia, il Museo di Capodimonte nasce come residenza di caccia del re Carlo III. Si vanta della sua eccezionale pinacoteca contenente opere di Tiziano, Botticelli, Raffaello e Perugino, oltre ad avere una vasta collezione di maioliche e porcellane. Puoi anche passeggiare per gli appartamenti reali e il parco circostante.

19 di 21

Ottieni una vista dal Museo Nazionale e Monastero di San Martino

Indirizzo
Largo S. Martino, 5 , 80129 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 229 4503

Offrendo una magnifica vista su Santa Lucia dalla collina del Vomero, la Certosa di San Martino fu fondata come monastero certosino nel 1300. Il museo offre una suggestiva esposizione di presepi tradizionali e splendidi chiostri progettati nel 1623-1629 da Cosimo Fanzago, il padre del barocco napoletano.

20 di 21

Perditi all'Orto Botanico di Napoli

Indirizzo
Via Foria, 223 , 80137 Napoli NA , Italia
Telefono +39 081 253 8552

Considerato uno dei migliori giardini botanici d'Italia, il lotto di 170 acri aperto nel 1810. È un parco pubblico, nonché una struttura di ricerca dell'Università di Napoli Federico II, e tra i più antichi d'Europa. L'Orto Botanico è dedicato alla conservazione delle specie in via di estinzione e allo studio di come le piante possono essere utilizzate per scopi medicinali. Nei locali si trova una serra restaurata di 5.400 piedi quadrati composta da aule, sale espositive e il Museo di Paleobotanica ed Etnobotanica.

Continue to 21 of 21 below.
21 di 21

Sali sulle Funicolari

Indirizzo
Via Renato Lordi, 10 , 80127 Napoli NA , Italia

La prima funicolare (una forma di trasporto ferroviario che utilizza un cavo per spostare i passeggeri su pendii ripidi) fu costruita sulle pendici del Vesuvio alla fine del 1800. Fu abbandonato nel 1944, dopo che un'eruzione vulcanica lo danneggiò gravemente. Oggi sono quattro le funicolari che portano su e giù i napoletani. Si sale in cima al quartiere Vomero dove si possono avere viste favolose da Castel Sant'Elmo e dalla Certosa e Museo di San Martino. La Funicolare Centrale, una delle più lunghe al mondo, parte da Via Toledo presso la Galleria Umberto. Le altre due sono Funicolare di Chiaia e Funicolare di Montesanto. Insieme traghettano ogni anno quasi 4 milioni di passeggeri su e giù per le pendici di Napoli.