Natale in Scandinavia: tradizioni, eventi e cibi

Natale in Scandinavia: tradizioni, eventi e cibi

Ci sono molte meravigliose tradizioni natalizie scandinave che fanno sì che una visita di dicembre nella regione nordica valga la pena di affrontare il freddo. Sebbene possano condividere alcune usanze stagionali, i paesi scandinavi hanno credenze individuali e modi unici di celebrare le festività.

Se stai pianificando un viaggio nella regione nordica, compresi i paesi di Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia e Islanda, rispolvera il folklore locale.

01 di 05

Svezia

Il Natale svedese inizia con il giorno di Santa Lucia il 13 dicembre. Lucia era una martire del terzo secolo che portava cibo ai cristiani perseguitati in clandestinità. Solitamente la primogenita della famiglia ritrae Santa Lucia, che al mattino indossa una veste bianca e indossa una corona di candele (o un sostituto più sicuro). Serve ai suoi genitori panini e caffè o vin brulè.

Gli alberi di Natale vengono solitamente allestiti un paio di giorni prima di Natale e decorati con fiori come poinsettia, julstjärna in svedese, tulipani rossi e amaryllis rossi o bianchi.

Alla vigilia di Natale, o  Julafton,  gli svedesi che celebrano il Natale partecipano alle funzioni religiose. Tornano a casa per una tradizionale cena di famiglia, inclusa una cena a buffet ( smörgåsbord ) con prosciutto, maiale o pesce e una varietà di dolci.

Dopo la cena festiva della vigilia di Natale, qualcuno si traveste da Tomte. Secondo il folklore svedese, Tomte è lo gnomo di Natale che vive nella foresta. Tomte è l'equivalente svedese di Babbo Natale e distribuisce regali. Il saluto "Buon Natale" in svedese è Dio Jul .

Le città di tutta la Svezia offrono tutti i tipi di eventi festivi a cui prendere parte. Nella capitale e città più grande, Stoccolma, c'è una versione dal vivo della popolare serie di spettacoli natalizi svedesi Christmas Calendar, con uno spettacolo diverso ogni giorno di dicembre che precede il Natale . A Uppsala, dai un'occhiata al concerto di Natale che si tiene nella chiesa di Helga Trefaldighets, un edificio che risale al 1300.

02 di 05

Danimarca

I bambini aiutano a decorare gli alberi di Natale della loro famiglia nelle settimane che precedono le vacanze di Natale in Danimarca , che iniziano formalmente il 23 dicembre. La celebrazione inizia con un pasto che include un tradizionale budino di riso alla cannella chiamato grod .

Babbo Natale è noto come Julemanden , che significa "l'uomo di Yule". Si dice che arrivi su una slitta trainata da renne con regali per i bambini. Julemanden è assistito nelle sue faccende natalizie da elfi conosciuti come julenisser , che tradizionalmente si crede vivano in luoghi come soffitte e fienili. I dispettosi elfi danesi fanno scherzi alle persone durante il periodo natalizio. Alla vigilia di Natale, molte famiglie danesi lasciano del budino di riso o del porridge per gli elfi, così non fanno loro scherzi. Al mattino, i bambini sono felicissimi di scoprire che il porridge è stato consumato mentre dormivano.

I pasti della vigilia e del giorno di Natale sono piuttosto elaborati. Alla vigilia di Natale, i danesi di solito cenano a base di anatra o oca, cavolo rosso e patate caramellate. Il dolce tradizionale è un budino di riso leggero con panna montata e mandorle tritate. Questo budino di riso di solito contiene una mandorla intera, e chi lo trova vince un dolcetto di cioccolato o marzapane.

La mattina di Natale   vengono tradizionalmente serviti i cupcakes danesi chiamati abili . Per il pranzo di Natale solitamente salumi e diversi tipi di pesce compongono il pasto. Le famiglie si riuniscono intorno all'albero di Natale, si scambiano regali e cantano canti natalizi la notte di Natale. Per dire "Buon Natale" in danese, saluta gli altri dicendo Glaedelig Jul .

I mercatini di Natale spuntano in tutto il paese durante l'inverno e i migliori si trovano nelle principali città come Copenaghen, Aarhus, Fionia e Ribe. I Giardini di Tivoli, il famoso parco a tema di Copenaghen, vengono interamente rifatti durante le festività natalizie. Tranne che per vedere alberi innevati, luci scintillanti e un vasto mercatino di Natale allestito dall'altra parte del parco.

03 di 05

Norvegia

La vigilia di Natale è l'evento principale in Norvegia. Per molti include le funzioni religiose e gli acquisti dell'ultimo minuto per i regali. Alle 17 le chiese suonano le campane di Natale. La maggior parte delle persone cena   a casa a base di ribbe  (costolette di maiale) o  lutefisk (un piatto di merluzzo), quindi i ristoranti sono generalmente chiusi. Il dolce della vigilia di Natale di solito include pan di zenzero o risengrynsgrot, un budino di riso caldo e vin brulè,  glogg, per gli adulti. Quindi i regali di Natale vengono aperti dopo cena.

La Norvegia ha un malizioso elfo di Natale chiamato Nisse. Questa creatura folcloristica è personificata come uno spirito del solstizio d'inverno dalla barba bianca e vestito di rosso. Oggi è stato integrato con la figura di Sinterklass, l'odierno Babbo Natale. Come i biscotti tradizionalmente lasciati a Babbo Natale oggi, era consuetudine lasciare una ciotola di porridge di riso per i Nisse.

Rendendo omaggio alla loro eredità vichinga, i norvegesi riconoscono la tradizione del Julebukk,  in norvegese, che si traduce in "Yule Goat". Oggi è simboleggiato da una statuina di capra fatta di paglia, creata all'inizio di dicembre e spesso usata come ornamento natalizio. La rappresentazione più antica di Yule Goat è quella delle capre magiche di Thor, che lo avrebbero condotto attraverso il cielo notturno. La capra natalizia proteggeva la casa durante il periodo natalizio. Era tradizione norrena sacrificare una capra agli dei e agli spiriti accompagnatori durante il periodo tra il solstizio d'inverno e il nuovo anno. La capra natalizia era un portafortuna per il nuovo anno in arrivo.

Come in altri paesi scandinavi, durante i mesi invernali si possono trovare mercatini e concerti di Natale nella maggior parte delle città della Norvegia. Un altro evento speciale è la città di marzapane più grande del mondo a Bergen, la seconda città più grande della Norvegia. Pepperkakebyen , come viene chiamata la deliziosa cittadina, è aperta ai visitatori ogni anno da metà novembre fino alla fine di dicembre.

"Buon Natale" in norvegese è Gledelig Ju l o God Jul .

04 di 05

Finlandia

La Finlandia condivide alcune delle sue tradizioni natalizie scandinave con la vicina Svezia, come la celebrazione del giorno di Santa Lucia, ma ha anche molte delle sue tradizioni natalizie. 

Alla vigilia di Natale, la maggior parte dei finlandesi che celebrano il Natale partecipa alla messa e fa visita a una sauna per purificarsi. Molte famiglie finlandesi visitano anche i cimiteri per ricordare i loro cari perduti. 

Tra le 17:00 e le 19:00 della vigilia di Natale, di solito viene servita la cena di Natale. La festa può includere prosciutto cotto al forno, casseruola di rutabaga, insalata di barbabietole e simili cibi festivi scandinavi. Babbo Natale di solito visita le case la vigilia di Natale per fare regali a coloro che sono stati buoni.

Il Natale in Finlandia non dura solo uno o due giorni. I finlandesi iniziano a augurarsi l'un l'altro Hyvää Joulua , o "Buon Natale", settimane prima del giorno di Natale e continuano a farlo per quasi due settimane dopo la festività ufficiale.

Se sei a Helsinki, Aleksanterinkatu è la strada principale per le festività natalizie. L'intero vicolo è illuminato da luminose luci natalizie e i numerosi negozi invitano le persone a entrare e sfuggire al freddo. Anche il grande magazzino Stockmann sulla stessa strada svela ogni anno la sua tanto attesa vetrina per le feste, attirando finlandesi da tutta Helsinki e dai sobborghi vicini a venire a vederla.

Continua a 5 di 5 sotto.
05 di 05

Islanda

Il periodo natalizio islandese dura 26 giorni. È durante il periodo più buio dell'anno per quella parte del mondo con poca luce del giorno, ma l'aurora boreale potrebbe essere visibile nel nord del paese.

L'Islanda ha molte tradizioni secolari durante il periodo natalizio, incluso l'arrivo di 13 Babbo Natale islandesi. L'origine di questi Babbo Natale è secolare e ognuno ha un nome, un carattere e un ruolo.

Conosciuti come jolasveinar, o  "Yuletide Lads", i Babbo Natale sono i figli di Gryla, una vecchia meschina che trascina via i bambini cattivi e presumibilmente li fa bollire vivi. Suo marito, Leppaluoi, non è così cattivo. Questi personaggi sono stati ammorbiditi per essere meno spaventosi nell'era moderna.

I bambini in Islanda mettono le scarpe alle finestre dal 12 dicembre fino alla vigilia di Natale. Se sono stati bravi, uno dei  jolasveinar  lascia un regalo. I bambini cattivi possono aspettarsi di ricevere una patata.

I negozi sono aperti fino alle 23:30 la vigilia di Natale e molti islandesi partecipano alla messa di mezzanotte. La principale celebrazione natalizia, compreso lo scambio di regali, si svolge alla vigilia di Natale. Per esprimere "Buon Natale" in islandese, saluta gli altri dicendo Gleoileg jol .

Se stai cercando attività per le vacanze in Islanda, il mercatino di Natale di Hafnarfjörður è uno dei più grandi e popolari. Si trova a circa 20 minuti di auto dalla capitale, Reykjavík. Oltre allo shopping, ci sono anche cibi e bevande calde, gite in carrozza trainata da cavalli e musica dal vivo per farti divertire.