Ti piacciono i pistacchi e Zorba il greco? Visita l’isola di Egina

Ti piacciono i pistacchi e Zorba il greco? Visita l’isola di Egina

Egina è un'isola greca nelle isole del Golfo Sarconico. A sole 17 miglia di traghetto da Atene, è abbastanza vicina da consentire ad alcuni degli 11.000 residenti di recarsi ogni giorno nella città più grande della Grecia. Il traghetto regolare impiega circa un'ora e 15 minuti, mentre il traghetto veloce (aliscafo) impiega circa 40 minuti. Ho visitato Egina sulla barca a vela da 52 piedi Baltra, che G Adventures schiera in alcune delle sue avventure marine "Sailing Greece".

La posizione strategica di Egina alla foce del Golfo Sarconico ne fece un importante centro commerciale già nel 1000 a.C. Gli abitanti dell'isola si arricchirono commerciando con altri importanti centri dell'Egitto e della Fenicia. Si ritiene che le monete d'argento coniate ad Egina siano le più antiche d'Europa. La vicina Atene fu minacciata dal successo economico di Egina e attaccò e conquistò l'isola nel 459 a.C. La ricchezza dell'isola declinò a causa dei pirati che attaccavano le navi e dell'alternarsi del dominio turco e veneziano. Tuttavia, Egina fu la capitale temporanea della Grecia nel 1827-1829 dopo che il paese ottenne l'indipendenza dagli ottomani e le prime monete greche furono coniate sull'isola.

Sebbene l'isola abbia perso la sua importanza economica e politica secoli fa, Egina (anche scritta Egina o Aigina) è attualmente una popolare destinazione turistica per la sua vicinanza ad Atene, la bellissima campagna ondulata, i siti storici e i deliziosi pistacchi. Egina è anche la sede della chiesa più grande della Grecia, Agios Nektarios. La chiesa greco-ortodossa si trova fuori città in campagna ed è anche sede di un monastero e di un convento che affitta stanze ai visitatori. Coloro che amano la letteratura greca moderna vorranno visitare Egina poiché Nikos Kazantzakis ha scritto il romanzo "Zorba il greco" mentre era sull'isola.

Il Baltra ha lasciato Atene la nostra prima mattina sulla barca e si è diretto (senza vento) verso un'incantevole baia vicino ad Agia Marina, una piccola città turistica sulla costa orientale di Egina.

01 di 06

Agia Marina sull'isola greca di Egina

Anche se Egina non è famosa per le sue spiagge, la località di Agia Marina ha una delle spiagge più belle dell'isola. Dopo che il Capitano ha gettato l'ancora in un piccolo porto vicino alla città, i sette ospiti sulla barca a vela della G Adventures sono andati a nuotare nel blu scintillante del Mediterraneo. L'acqua dell'inizio di giugno era troppo fredda (circa 72 gradi) per questa debole ragazza del sud, ma gli altri l'hanno trovata "rinfrescante".

Siamo rimasti all'ancora durante il pranzo prima di fare il giro della città di Egina sul lato ovest. Il Capitano di G Adventures ha attraccato la nostra barca a vela di 52 piedi in una posizione privilegiata proprio sul lungomare della città di Egina. Ci siamo divertiti ad esplorare la città quel pomeriggio prima di cenare sul porto in un fantastico ristorante greco chiamato Tsias, dove ho adorato il souvlaki di maiale e la tradizionale insalata greca.

Dato che siamo stati attraccati durante la notte, gli ospiti della Baltra hanno potuto dare un'occhiata alla vita notturna di Egina prima di andare a dormire. La mattina dopo, abbiamo preso un taxi attraverso l'isola per visitare il sito archeologico meglio conservato di Egina, il Tempio di Aphaia.

Page 3 >> Partenza per il Tempio di Aphaia >>

Vai al punto 2 di 6 qui sotto.
02 di 06

In viaggio verso il Tempio di Aphaia sull'isola di Egina

Il viaggio attraverso l'isola fino al Tempio di Aphaia (scritto anche Apahea o Afea) è panoramico e la parte interna incolta dell'isola è ricoperta di pini. Pistacchio e ulivi fiancheggiano la strada.

I resti del Tempio di Aphaia si trovano sulla strada che collega la città di Egina e Agia Marina. Questa strada passa accanto alla chiesa più grande della Grecia, Agios Nektarios. Gli ampi terreni di questa chiesa greco-ortodossa ospitano anche un monastero, un convento e pensioni per i visitatori. La chiesa prende il nome da un santo greco-ortodosso morto nel 1946. Migliaia di persone fanno il pellegrinaggio alla tomba di Agios Nektarios sul sito e lo pregano o chiedono le sue benedizioni.

Arrivati ​​al Tempio di Aphaia, ci siamo subito meravigliati di quanto fosse ben conservato e la sua posizione spettacolare offre magnifici panorami.

Pagina 4 > > Tempio di Aphaia > >

Vai al punto 3 di 6 qui sotto.
03 di 06

Antico tempio greco di Aphaia

Il Tempio di Afaia fu costruito nel 480 a.C., nel periodo di maggiore ricchezza di Egina. È uno dei templi in stile dorico meglio conservati della Grecia e il sito archeologico più importante delle isole Saroniche.

Abbiamo visitato il tempio all'inizio della giornata (prima che facesse troppo caldo) ed eravamo gli unici visitatori lì. Il sito era molto tranquillo, con solo gli uccelli, il vento e gli spiriti degli dei e delle dee a tenerci compagnia. Abbiamo esplorato il sito e scattato delle belle foto.

Il tempio è dedicato alla dea Aphaia, che era associata ad Atena. Un tempo, i frontoni dei templi presentavano sculture della guerra di Troia. Tuttavia, questi sono stati prelevati dal sito nel XIX secolo; venduto all'asta a Ludovico I, re di Baviera nel 1813; e ora può essere visto in un museo a Monaco di Baviera, in Germania.

Il tempio è piuttosto interessante, ma i panorami dalla sua posizione valgono il taxi e le tariffe d'ingresso.

Page 5 >> Veduta dell'isola di Egina dal Tempio di Aphaia >> 

Vai al punto 4 di 6 qui sotto.
04 di 06

Veduta dell'isola di Egina dal Tempio di Aphaia

Le vedute dell'isola di Egina e del Mar Mediterraneo circostante dal Tempio di Aphaia sono magnifiche. Nelle giornate limpide, i visitatori possono vedere fino a Cape Sounion sulla terraferma.

Coloro che visitano il Tempio di Aphaia dovrebbero essere sicuri di dare un'occhiata al piccolo bar / negozio di articoli da regalo accanto. Ha una vista spettacolare dell'altro lato dell'isola in una piacevole area salotto all'aperto.

Page 6 >> Resti del Tempio di Apollo sull'isola di Egina >>

Continua a 5 di 6 sotto.
05 di 06

Resti del Tempio di Apollo sull'isola di Egina

Questo pilastro solitario è tutto ciò che resta di un tempio di Apollo del V secolo che un tempo sorgeva in questo sito vicino alla città di Egina. C'è anche un piccolo museo sul sito.

Page 7 >> G Adventures Baltra al molo della città di Egina >>

Vai al 6 di 6 qui sotto.
06 di 06

G Adventures Baltra Barca a vela al molo della città di Egina

La barca a vela monoscafo da 52 piedi Baltra è facile da individuare nel suo punto di attracco privilegiato lungo il lungomare della città di Egina. Ha una copertura viola sopra la sua vela principale etichettata "G Adventures".

Lo consideravamo tutti il ​​posto migliore per attraccare in città perché era proprio di fronte a una gelateria!

Torna alla pagina 1 della galleria fotografica dell'isola di Egina