Tutto quello che devi sapere su O’Connell Street a Dublino

Tutto quello che devi sapere su O’Connell Street a Dublino

O'Connell Street è l'arteria principale di Dublino , la strada più ampia (ma non la più lunga) della capitale irlandese e il più vicino possibile al "centro di Dublino". E anche se eclissata dalla sfarzosa Grafton Street nel Southside, O'Connell Street e le aree circostanti sono ancora la principale meta dello shopping nel Northside.

Dal punto di vista turistico, è abbastanza facile, in pratica, tutti devono vedere O'Connell Street quando visitano Dublino, e la maggior parte dei visitatori non sarà comunque in grado di evitare il grande viale. La maggior parte degli autobus passa su questa strada, la maggior parte dei tour di Dublino tocca questa strada.

La strada in poche parole

O'Connell Street è l'arteria principale di Dublino, con un'architettura impressionante , tra cui lo storico General Post Office. È anche effettivamente il centro di Dublino e la casa della "Spire", la scultura più alta del mondo.

Detto questo, la zona può essere molto affollata durante l'orario di ufficio e di shopping e forse un po' "agitata" di notte .

Precedentemente chiamata "Sackville Street", O'Connell Street è, senza dubbio, la strada più impressionante di Dublino. Sebbene relativamente breve, è considerata la strada urbana più ampia d'Europa. Numerosi monumenti, edifici storici e un'atmosfera vivace attendono il visitatore.

Cosa guardare

Mentre O'Connell Street è in definitiva solo una tipica strada cittadina e presenta alcuni punti brutti, grazie a maldestri tentativi di ammodernamento (ad esempio l'ex Eircom e gli uffici comunali, entrambi ora chiusi), il suo dominio assoluto sul centro città a nord del Liffey rende imperdibile in tutti i sensi. Camminando verso sud da Parnell Square verso O'Connell Bridge vedrai

  • Il Parnell Monument, che mostra il leader del Partito parlamentare irlandese in pieno svolgimento oratorio
  • Posteggio dei taxi con il suo piccolo Santuario del Sacro Cuore
  • L'ex cinema Carlton con le sue finte finestre dipinte
  • La "Spire", realizzata in acciaio scintillante con una punta illuminata (ritenuta visibile in tutta Dublino, questo è un ottimo esempio di storia irlandese, poiché la Spire non è nemmeno visibile nelle strade laterali di O'Connell Street , a causa degli edifici alti che si frappongono), la scultura più alta del mondo e soprannominata "Lo Stiletto nel Ghetto" o semplicemente "l'Ago".
  • Una statua di James Joyce a pochi metri di distanza e davanti al Kylemore Café, in una posa quasi Chapliniana, comunemente nota come "The Prick with the Stick"
  • Il General Post Office , l'obiettivo principale della Rivolta di Pasqua del 1916 , l'ufficio postale principale in Irlanda, che vanta anche un museo moderno
  • Cleary's Department Store, seppur chiuso da tempo e in una sorta di limbo evolutivo
  • La statua di Jim Larkin (l'organizzatore sindacale "Big Jim" sta esortando le masse lavoratrici a mettersi in ginocchio, o forse ad alzare le mani per la disperazione)
  • Il massiccio O'Connell Monument con una rappresentazione allegorica di tutta l'Irlanda , che mostra ancora fori di proiettile della Rivolta di Pasqua in alcune statue

Il modo migliore per godersi O'Connell Street è come flaneur (un camminatore senza meta con tempo da perdere, un'arte quasi dimenticata), non alla ricerca di determinati punti caldi, ma camminando tranquillamente su e giù per la strada, ammirando l' architettura , le opere d'arte e la gente di Dublino. La strada è sempre animata e affollata, anche a tarda notte (anche se una grande quantità di senzatetto e persone poco socievoli potrebbe a volte fare un'impressione negativa dopo il tramonto). E il modo migliore per passeggiare su e giù per O'Connell Street è lo spartitraffico centrale, dove un tempo passavano i tram, poco usati di questi tempi, anche quando i marciapiedi sono intasati.

Se vuoi vivere O'Connell Street in pace e tranquillità, vieni la domenica mattina, quando tutta Dublino sembra essere quasi deserta fino alle 11 circa Se vuoi vivere l'inferno in terra, prova a navigare in O'Connell Street su qualsiasi fine settimana di shopping poco prima di Natale a metà pomeriggio, quando essere investiti da un autobus sembra quasi essere la migliore alternativa per far fronte alle masse.