Un tour a piedi autoguidato di Dublino

Un tour a piedi autoguidato di Dublino

Pronto a esplorare Dublino a piedi? Segui questa guida per scoprire la compatta capitale irlandese e vedere tutte le principali attrazioni senza dover partecipare a un tour guidato di Dublino.

01 di 09

A partire da O'Connell Bridge

Un tour a piedi di Dublino, autoguidato, richiede molta preparazione e mappatura? In realtà, non è così, poiché la capitale dell'Irlanda è l'ideale per una piacevole passeggiata che toccherà anche la maggior parte delle principali attrazioni.

La maggior parte delle migliori attrazioni di Dublino si trovano in un'area relativamente piccola. Per avere una buona impressione di questa vivace e storica città basta fare una passeggiata. E si può viaggiare leggeri perché si possono trovare riparo dalla pioggia e ristoro praticamente ovunque. L'intero tour della Fair City di Dublino dovrebbe durare dalle due alle sei ore: due ore per camminatori energici e senza indugiare troppo a lungo in nessun luogo, sei ore comprese le soste, il tour del Trinity College e una pausa o due in un caffè. Quindi mettiti le scarpe da passeggio e si parte...

Inizia la tua passeggiata su O'Connell Bridge, l'equivalente più vicino di un luogo centrale di cui può vantarsi Dublino. Noto per essere uno degli unici ponti al mondo più largo che lungo, questo è il cuore di Dublino, ammira il panorama per qualche minuto, poi inizia a camminare su O'Connell Street . Attraversa la riserva centrale e dai un'occhiata all'O'Connell Memorial con le sue magnifiche statue piene di allegorie. Guarda un angelo che schiaccia un serpente, individua il fedele levriero irlandese e nota alcuni fori di proiettile. Questi sono stati causati da colpi di arma da fuoco durante i combattimenti nel 1916 e non sono mai stati riparati.

Vai al punto 2 di 9 qui sotto.
02 del 09

O'Connell Street e l'ufficio postale generale

Ti aspettano altre statue e "La guglia di Dublino", quest'ultima eretta per celebrare il millennio ed è anche conosciuta come "Lo stiletto nel ghetto".

Tra gli imponenti edifici di O'Connell Street, il General Post Office  occupa un posto d'onore. Questa era l' area centrale dei combattimenti del 1916 ma è stata restaurata con cura: è aperta al pubblico durante il giorno poiché è ancora il GPO di Dublino. Dai un'occhiata in giro e magari acquista dei francobolli commemorativi presso l'Ufficio Filatelico. Quindi prosegui su O'Connell Street, oltrepassa il trompe d'oeil Carlton Cinema e prosegui fino alla Parnell Statue.

Charles Stewart Parnell è ricordato in modo più discreto di O'Connell, ma il suo monumento è tra i più belli di Dublino. Camminaci intorno e leggi i nomi di tutte le 32 contee... Incluse "King's County" e "Queen's County" prima dell'indipendenza. Prosegui oltre l'"Ambassador" (un ex cinema convertito in un locale rock) per una passeggiata intorno a Parnell Square. Passerai davanti a un piccolo monumento con una catena spezzata e un'iscrizione irlandese che commemora la fondazione dei volontari irlandesi nazionalisti nel 1913 sulla tua sinistra.

Vai al punto 3 di 9 qui sotto.
03 del 09

Il Giardino della Rimembranza e il mercato di Moore Street

Prosegui verso la magnifica Chiesa Presbiteriana e raggiungi il Giardino della Rimembranza . Questi sono stati istituiti per onorare tutte le vittime della lotta per l'indipendenza irlandese - in ogni momento. Il tema è mitico. Il grande stagno, a forma di croce, ha sul fondo rappresentazioni di armi dell'età del bronzo scartate. Il centro dell'attenzione sarà quasi invariabilmente sulla massiccia statua che mostra la trasformazione dei "Figli di Lír", un memoriale suggestivo e appropriato.

Quando esci dal Giardino, continua la passeggiata girando a sinistra e poi a sinistra e ancora a sinistra, passando per lo storico (e ancora molto frequentato) Rotunda Hospital e la sede centrale dello Sinn Fein fino a raggiungere Parnell Street. Girare a destra e poi ancora a sinistra in Moore Street, notando come i dublinesi abbiano elevato il jaywalking a una forma d'arte. La stessa Moore Street è una zona semi-pedonale e una collisione tra la vecchia e la nuova Dublino. I tradizionali commercianti di strada vendono le loro merci dai tumuli e potresti spingerti per un posto con un cavallo in cerca di uno spuntino. Il moderno ILAC-Centre è alla tua destra, innumerevoli "supermercati" asiatici, africani e dell'Europa orientale sono alla tua sinistra. Il tabacco e le sigarette di contrabbando vengono venduti accanto ai macellai che fanno un pessimo panino per la colazione. Prenditi un po' di tempo per goderti questa zona davvero cosmopolita e colorata e poi svolta a destra in Henry Street per vedere la principale via dello shopping di South Dublin.

Continua a 4 di 9 sotto.
04 del 09

Ha'penny Bridge, Temple Bar e la Banca d'Irlanda

Ora gira a sinistra in Liffey Street e cammina fino al fiume con lo stesso nome. Vedrai le "Hags with the Bags" sulla tua destra poco prima di dover attraversare il fiume usando Ha'penny Bridge (ufficialmente "Liffey Bridge"). L'attraversamento del fiume più fotografato di Dublino è stato originariamente finanziato con un pedaggio di un mezzo penny, da cui il nome. Oggi la traversata è gratuita.

Sulla sponda sud, una piccola (e talvolta molto maleodorante) arteria ti porterà direttamente nella zona "bohémien" di Temple Bar, il fulcro della vita notturna alla moda di Dublino. Supponendo che farai questa passeggiata durante il giorno, potresti chiederti di cosa si tratta, specialmente al mattino Temple Bar è quasi deserto. La maggior parte dell'azione sarebbe nelle strade a destra: dai un'occhiata e giudica tu stesso se tornare più tardi.

Per ora, puoi camminare dritto oltre l'incombente Central Bank fino a raggiungere Dame Street. Svolta a sinistra qui e cammina fino a College Green. Alla tua sinistra c'è il maestoso edificio che un tempo era il parlamento irlandese e ora è la Banca d'Irlanda: dai un'occhiata alle misure di sicurezza un po' datate, compresi i piccoli cannoni. Il parlamento irlandese è noto come l'unica rappresentanza democratica che si è votata fuori dall'esistenza, accettando di fatto il dominio britannico diretto all'inizio del XIX secolo.

Vai al punto 5 di 9 qui sotto.
05 del 09

Trinity College e dintorni

Esattamente di fronte alla Bank of Ireland, si trova l'ingresso del Trinity College: non tentare in nessun caso di attraversare la strada senza utilizzare gli incroci regolamentati. Anche i dublinesi incalliti ci provano solo in preda alla disperazione assoluta!

Dopo l'attraversamento, vorrai entrare nel cortile interno del Trinity College attraverso l'arco. Sarà una rivelazione: ti aspetta uno spazio aperto con l'imponente campanile al centro. L'effetto può essere sbalorditivo, quindi fai attenzione agli altri visitatori che si fermano di colpo proprio di fronte a te. Inoltre, fai attenzione agli studenti più audaci che cercano di attraversare lo stretto ingresso! Subito dopo essere uscito di nuovo allo scoperto, sarai invitato a unirti al tour del Trinity College per un costo di € 10. Poiché questo include il biglietto d'ingresso per la biblioteca e il Libro di Kells, è un'opzione che vale la pena. Se non hai tempo o fondi limitati, dai un'occhiata ai terreni del college e poi esci di nuovo dallo stesso gateway.

Dopo aver lasciato il Trinity College e svoltato a sinistra, dovrai sfidare folle di persone in attesa di prendere un autobus. Alla tua destra vedrai una statua di Molly Malone in uno stile da music hall molto kitsch. Quasi ogni turista si fa fotografare qui e alcuni scurrili "artisti" di strada frequentano regolarmente il sito. Guardare per qualche minuto prima di proseguire per Grafton Street può essere molto divertente.

Vai al 6 di 9 qui sotto.
06 di 09

Grafton Street, Stephen's Green e Merrion Row

Più avanti troverai poi la zona pedonale di Grafton Street, la zona dello shopping "elegante" di Dublino. Guarda le vetrine ma dai anche un'occhiata ai magnifici dettagli che si trovano sulle facciate superiori degli edifici stessi.

All'estremità superiore di Grafton Street, di tanto in tanto si possono trovare alcuni eccellenti artisti di strada che si esibiscono per le strade in cerca di mance. Da non perdere la statua a grandezza naturale di Phil Lynott in una strada a destra. Il cantante di "Thin Lizzy" era l'eroe del rock irlandese molto prima di Bono.

Alla fine di Grafton Street, il magnifico centro commerciale Stephen's Green ti stupirà: l'edificio in finto vittoriano in metallo e vetro ospita dozzine di negozi più una buona area ristorazione ed è il luogo perfetto per un rapido rinfresco.

Di fronte al centro commerciale, noterai poi il Fusilier's Arch, il grandioso ingresso di Stephen's Green vero e proprio. Fai una piacevole passeggiata nel parco e ammira anche le aree circostanti. Nel parco troverete una serie di monumenti, un giardino dedicato a WBYeats (premio Nobel per la letteratura nel 1923) con un'opera criptica di Henry Moore, una pittoresca loggia e numerose anatre sui laghetti. Troverai anche commessi, impiegati e studenti che pranzano all'aperto .

Esci dal parco al Wolfe Tone Memorial (comunemente chiamato "Tonehenge" per ovvi motivi) nell'angolo nord-est e poi svolta in Merrion Row. Qui troverai il pittoresco cimitero degli ugonotti alla tua sinistra e l'O'Donoghue's Pub alla tua destra, dove il gruppo folk "The Dubliners" ha iniziato la sua ascesa alla fama mondiale.

Vai al punto 7 di 9 qui sotto.
07 di 09

Merrion Square e Kildare Street

Quando raggiungi Merrion Street, gira a sinistra e passa davanti agli imponenti edifici governativi, al Museo di storia naturale (lo "zoo dei morti") e alla National Gallery . Ora sei nel centro della Dublino georgiana e vicino al centro della politica irlandese. Merrion Square è sulla destra e nell'angolo nord-ovest si può ammirare lo strano monumento a Oscar Wilde, di fronte alla sua casa d'infanzia. Se ti senti energico, fai una passeggiata nel parco, originariamente destinato alla costruzione di una cattedrale. Poiché la Chiesa cattolica ha esaurito i fondi e il vapore per questo progetto, il parco è stato presentato ai cittadini di Dublino. Oggi ospita cippi, aiuole, piacevoli passeggiate e i resti sepolti di un rifugio antiaereo.

Dalla statua di Oscar Wilde prosegui in Clare Street e poi dritto in Leinster Street. All'angolo di Kildare Street, si può ammirare l'ex Kildare Street Club: guarda le curiose incisioni alle finestre, dagli scoiattoli che suonano il liuto alle scimmie che giocano a biliardo. Oggi qui hanno sede l'Istituto Francese di Cultura e il Museo Araldico. Percorri Kildare Street oltre la Biblioteca Nazionale e dai un'occhiata alla Leinster House e al Museo Nazionale . In una giornata normale, vedrai manifestanti davanti alla casa del Leinster proclamare cause meritevoli o semplicemente bizzarre. I gardai di turno sembrano aver visto tutto e di solito sono visibilmente annoiati.

Continua a 8 di 9 sotto.
08 di 09

Dawson Street, Burgh Quay e la Dogana

Continua su Kildare Street ea Stephen's Green svolta a destra e poi di nuovo a destra in Dawson Street. Alla tua destra si vede Mansion House, la residenza ufficiale del Lord Mayor di Dublino. Un sontuoso edificio con lo stemma di Dublino in mostra e spesso utilizzato per funzioni ufficiali.

Proseguendo, attraversi la strada in fondo a Dawson Street e poi tieni la sinistra, seguendo il sentiero oltre il Trinity College e infine svoltando a destra in College Street. Lì devi attraversare la strada di fronte a D'Olier Street. Ammira la gotica Pearse Street Garda Station alla tua destra, il romantico D'Olier-Building di fronte e l'affascinante scultura in bronzo che mostra la strada per il cinema "Screen" nel mezzo. Percorri Hawkins Street verso il Liffey, passando sulla sinistra l'edificio finto Tudor dei Dublin Gasworks. Alla fine della strada troverai un bel monumento a un poliziotto morto salvando la vita agli operai vittoriani intrappolati sottoterra.

Ora sei a Burgh Quay e dovrai tenere la destra per camminare a valle lungo il Liffey. Non preoccuparti se il Liffey sembra scorrere nella direzione opposta, sarà solo una forte marea in arrivo. Dopo una breve passeggiata, avrai una splendida vista della Custom House fedelmente restaurata sulla riva nord del fiume. Attraversa il Northside usando il moderno Talbot Memorial Bridge e vedrai l'International Financial Services Center sulla tua destra, facendo impallidire il commovente Famine Memorial proprio accanto al fiume.

Continua a 9 di 9 sotto.
09 di 09

Ritorno al ponte O'Connell... O oltre?

Dal ponte, potresti anche vedere la replica della "nave della carestia" Jeanie Johnston che giace all'ormeggio nei rinnovati Docklands di Dublino sulla destra. Dai un'occhiata più da vicino, se lo desideri, quindi torna indietro verso ovest (o controcorrente) lungo le banchine, superando Custom House fino a quando non arrivi alla spudoratamente brutta Liberty Hall (la sede dei sindacati) e gira a destra. Nascosto sotto il cavalcavia ferroviario e di fronte alla Liberty Hall c'è un memoriale di James Connolly, il socialista irlandese-americano che combatté e morì con il suo piccolo Irish Citizen Army nel 1916.

Vicino ai binari del tram svolta a sinistra in Abbey Street e verrai guidato verso l'Abbey Theatre, il teatro nazionale irlandese fondato da WBYeats. Non imponente all'esterno ma che continua a mettere in scena produzioni di prim'ordine, anche se gli scandali dei giorni di O'Casey sembrano essere davvero un ricordo del passato. Ancora pochi metri vi porterà a O'Connell Street e O'Connell Bridge è alla vostra sinistra.

Il tuo tour a piedi di Dublino è terminato.

Se ti senti ancora energico (magari dopo un caffè e un po' di torta) potresti salire su un tram LUAS diretto a ovest. Questo ti porterà al Four Courts, al National Museum di Collins Barracks e alla Kilmainham Gaol. Sarai anche in grado di vedere il tentacolare birrificio Guinness e potresti persino camminare fino al Phoenix Park .