Visita l’antico porto di Roma, Ostia Antica

Visita l’antico porto di Roma, Ostia Antica

La leggenda vuole che Ostia Antica sia stata fondata alla foce del Tevere nel VII secolo aC dal re Anco Marciusto per proteggere Roma dagli attacchi provenienti dal mare. Una volta istituito, il porto assunse funzioni commerciali legate all'approvvigionamento alimentare di Roma. Come molti porti nei tempi antichi, il limo del fiume alla fine ha insabbiato il porto e ora Ostia Antica si trova a 3 km dal mare.

Le antiche città più famose per i turisti che visitavano Pompei ed Ercolano in Campania erano principalmente località turistiche per i ricchi che furono rase al suolo da un'eruzione vulcanica. Una visita ad Ostia, invece, dà al visitatore un'idea migliore di come i Romani costruissero le città. Puoi visitare una panetteria che serviva il pane a migliaia di persone o una serie di bagni pubblici che servivano dozzine di romani gonfi di pane alla volta.

La conservazione di Ostia Antica è molto buona. Sarai in grado di salire in cima ai condomini chiamati insule per sbirciare nei bar a livello della strada e nei negozi di snack. Ostia è un po' una città fantasma abbandonata negli ultimi tempi, come potete vedere dalla foto qui sopra; puoi quasi immaginare le persone nella foto che tornano a casa dal lavoro. In realtà il sito fu abbandonato nel V secolo, vittima dell'insabbiamento del porto e di porti più funzionali costruiti nelle vicinanze.

Al momento in cui scrivo, un biglietto singolo della metropolitana da 1,50 euro ti porterà dal centro di Roma agli scavi di Ostia, dove un biglietto da dieci euro ti farà entrare nel sito. Ti spiegheremo esattamente come arrivarci nell'ultima pagina di questa guida. E sii molto consapevole: il sito è chiuso il lunedì, anche se gran parte di ciò che vedi sul web non ti informerà di questo importante fatto.

01 di 05

Bagni Comunali a Ostia Antica

Ok, quindi abbiamo pensato che fossi più interessato a vedere la foto dei famosi bagni comunali di Ostia. Bene, eccoti.

I servizi igienici di Ostia sono di marmo e allineano tre lati dello spazio chiuso. Un abbeveratoio davanti alla linea dei gabinetti era destinato alla spugna comune, che veniva "ripulita" da un getto d'acqua che vi scorreva attraverso (o, come suggerisce Terme Romane e Igiene nell'Antica Roma, forse è un luogo di contenimento per la spugna , che veniva lavato dagli schiavi nell'aceto). Gli schiavi potevano anche essere impiegati come scaldasedili.

Uno sguardo intimo all'antica Roma offre un'interessante sbirciatina agli antichi bagni e latrine e sottolinea che esiste una prima versione di un gabinetto con sciacquone che ci è sfuggito a Ostia, all'interno della Casa della Fortuna Annonaria.

Vai al punto 2 di 5 qui sotto.
02 di 05

Il Panificio di Ostia Antica

Qui ci troviamo in uno dei forni di Ostia, dove il grano veniva portato e macinato nell'attrezzo che vedete qui, trainato da un cavallo o da un asino e trasformato in farina. La stanza è progettata con finestre alte nel tentativo di diminuire parte della polvere di farina che avrebbe contribuito a condizioni di lavoro miserabili. Ci sono anche impastatrici abbastanza intelligenti a Ostia.

Se siete interessati, una bella descrizione dei panifici di Ostia e delle distribuzioni gratuite di pane si trova in I mulini-panifici di Ostia e le distribuzioni gratuite di grano. Se preferite, c'è un ottimo video dello stesso autore, Jan Theo Bakker: Ostia esplorata 2. Una pasticceria romana spiegata , che mostra le impastatrici e come funzionavano.

Vai a 3 di 5 qui sotto.
03 di 05

Il Teatro Romano

 Il teatro di Ostia fu costruito lungo il Decumanus Maximus, la strada principale di Ostia, tra il 19 e il 12 aC Poteva ospitare da 3 a 4 mila persone.

Maggiori informazioni sul teatro si trovano qui: Regio II - Insula VII - Teatro (II,VII,2) .

Continua a 4 di 5 sotto.
04 di 05

Una via di Ostia Antica

Sono tante, tantissime le strade e i vicoli da percorrere durante una visita ad Ostia Antica. I tour colpiscono solo i momenti salienti; ci sono sorprese nascoste ovunque. Una visita di due ore graffia la minima superficie: concedi almeno quattro ore per vedere i punti salienti.

C'è un caffè e una libreria sul confine settentrionale del sito dove è visibile il Tevere. Potresti anche voler portare il tuo cibo e mangiare nella piccola area picnic (o comprare un drink e sederti ai tavolini del caffè).

Puoi ottenere una mappa gratuita con il tuo biglietto. Mostra quanto siano stati estesi gli scavi di Ostia.

Continua a 5 di 5 sotto.
05 di 05

Arrivare a Ostia Antica

Il biglietto della metropolitana può essere acquistato nei bar o nelle edicole. Puoi anche acquistarli sui tram, ma avrai bisogno di spiccioli piuttosto che di bollette.

Per arrivare a Ostia Antica, prendere il tram, l'autobus o la linea B della metropolitana fino alla fermata Piramide. Esci dalla metropolitana, gira a sinistra e cerca la stazione di Porto San Paolo, dove vedrai un diverso set di binari. Questi sono treni diretti alla spiaggia, Roma-Lido. La fermata per Ostia Antica è prima delle ultime fermate del Lido, perché Ostia Antica è ormai nell'entroterra, come sapete.

Una volta sceso il treno alla fermata di Ostia Antica, scendi le scale che ti portano oltre i binari, esci direttamente dalla stazione e oltrepassa il ponte pedonale blu, dove i cartelli ti condurranno agli scavi.

Se è ora di pranzo potresti considerare di andare al castello e al borgo, dove ci sono diversi ristoranti. La domenica alle 11 ea mezzogiorno è possibile visitare gratuitamente l'interno del castello, cosa che vale la pena fare. È un tour accompagnato, non guidato, quindi le tue domande potrebbero non avere risposta, ma puoi liberare la mente su ciò che vedi, specialmente incontrando il Bagno del Papa al piano inferiore .

Un ristorante molto buono ed economico è il Ristorante Cipriani , che serve un tipico pasto italiano di due portate con acqua e caffè per soli 10 euro. Non quelle porzioni gigantesche come si ottengono in questi giorni, ma il cibo romano com'era , com'era prima che i turisti chiedessero un piatto di pasta che li riempisse. Il nostro pasto prevedeva una piccola porzione di pasta seguita da un piatto di pesce di dimensioni ragionevoli per riempirti in modo soddisfacente. Congratulazioni al Ristorante Cipriani per aver tirato fuori quello che è stato sicuramente un vero affare, che includeva durante la nostra visita un tonnarelli (pasta) fatto in casa con gamberi. Aggiungi 3 euro e puoi avere un mezzo litro di vino molto decente.

Infine, la Via Ostiense collega Roma a Ostia. Inizia da Porta Paolo, una delle antiche porte che è un ingresso a Roma da Ostia. La porta è oggi un museo che spiega l'intero percorso lungo la via Osiense. Puoi esplorare l'estremità romana della Via Ostiense con la nostra guida: Itinerario: Museo Della Via Ostiense alla Basilica di San Paolo Fuori le Mura.