Visita queste attrazioni chic ad Avignone, in Francia

Visita queste attrazioni chic ad Avignone, in Francia
01 di 08

Panoramica di Avignone

Un punto di riferimento attraverso i campi di lavanda della Provenza , l'imponente Palazzo del Papa si trova all'estremità nord della città murata. Dominando il possente Rodano, il quarto fiume più lungo della Francia, Avignone fu la sede del papato dal 1309 al 1377. Sette papi francesi governarono il mondo cattolico in un momento in cui l'Italia era troppo pericolosa. Tra il 1334 e il 1352 costruirono questa meravigliosa, straordinaria e ricca struttura. Il più grande palazzo gotico del mondo, fungeva sia da fortezza che da palazzo. È composto da due edifici: il Palais Vieux (Palazzo Vecchio) a nord e il Palace Neuf (Palazzo Nuovo) a sud.

Concedi 4 ore per passeggiare nei cortili che conducono alla magnifica collezione di stanze piccole e grandi. I loro usi erano diversi e necessari per quella che era una mini città nella città: stanze per immagazzinare armi e armature, o l'abbondante oro e argento che manteneva in vita il Papato; sale per banchetti decorate con arazzi dove mangiare e bere; cappelle per pregare; camere da letto in cui dormire, sale delle udienze per impressionare visitatori sia laici che religiosi e terrazze da cui ammirare il panorama.

Il  sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO  è molto ben organizzato con audioguide in diverse lingue, film e punti multimediali per mostrarti la vita del passato.

C'è anche un buon tour dietro le quinte, chiamato Secret Palace, che ti porta in aree che potresti non vedere e include l'interpretazione in francese e inglese.

Durante l'estate, le pareti del palazzo si illuminano con  Les Luminessences D'Avignon . Lo spettacolo di suoni e luci ti riporta indietro nel tempo in modo piuttosto spettacolare e vale la pena prenotare .  

02 di 08

Il Museo del Petit Palace

Il Petit Palais fu acquistato dal papa nel 1335 come casa ma trascurato poi ristrutturato nel XV secolo . Usato come alloggio per visitatori importanti (del calibro di Cesare Borgia nel 1498, Francesco I nel 1533, e il Duca d'Orleans nel 1660), oggi è il Musée du Petit Palais . Il delizioso palazzo è un museo ricco di tesori: scultura romanica e gotica, e la collezione Campana, che espone dipinti italiani dal XIII al XVI secolo .

Passa davanti all'arte e puoi vedere come la prospettiva e il realismo si sono sviluppati dalla scuola senese del primo periodo al Rinascimento. Qui si possono ammirare anche dipinti e sculture della scuola avignonese del XV secolo .

03 di 08

Tour a piedi del centro storico di Avignone

La vecchia Avignone si estende intorno all'imponente Palazzo dei Papi. Prendete una cartina presso l' Ufficio del Turismo e incamminatevi lungo le stradine acciottolate che riempiono il centro storico, protetto in origine dai bastioni circolari. Questa è una città medievale e rinascimentale perfetta per le foto. Da non perdere la casa di re René in rue Roi-René; la rue des Teinturiers che segue il fiume Sorgue, fornendo le acque necessarie ai tintori di tela di cotone del XVIII e XIX secolo che vivevano qui; il Quartier de la Balance che scende al Pont Bénézet, e la Place de l'Horloge, una vasta piazza ombreggiata da alberi con il teatro, il municipio e numerosi caffè all'aperto per far passare il tempo.

Passeggia un po' oltre fino al Palace du Roure del XV secolo per la porta e il cortile in cui puoi entrare. Se sei lì un martedì alle 15:00, partecipa alla visita guidata che ti porta nelle stanze dei costumi e dei tessuti provenzali, delle vecchie fotografie della Camargue e altro ancora.

04 di 08

Il famoso Pont St-Bénézet, ponte di Avignone

L'iconico e immediatamente riconoscibile Pont St-Bénézet fu costruito nel XII secolo , secondo la leggenda, da un giovane pastorello dopo aver ricevuto un messaggio di farlo da un angelo. Qualunque sia la sua origine, il ponte divenne l'unico punto di attraversamento dell'importantissimo Rodano tra Lione e il Mediterraneo. Il ponte ad arco è sopravvissuto fino al XVII secolo e rimane oggi uno dei grandi simboli dell'affascinante città. È famoso per la canzone per bambini Sur le Pont d'Avignon , anche se non è mai stato abbastanza grande da ballare.

Ma è stata una grande impresa ingegneristica, che puoi apprezzare oggi nei nuovi allestimenti museali, film e media interattivi che mostrano come il ponte è cambiato nel corso dei secoli.

Continua a 5 di 8 sotto.
05 di 08

Museo Calvet

Esprit Calvet (1728-1810) fu un medico di successo che lasciò le sue considerevoli collezioni a una fondazione che oggi gestisce diversi musei e istituzioni ad Avignone.

Ospitato in un bellissimo palazzo neoclassico del XVIII secolo, il Museo Calvet inizia con il mondo antico e in particolare le stele del IV secolo aC, pietre verticali scolpite con volti. Sculture, argenti e maioliche (ceramica smaltata di stagno) si affiancano a dipinti francesi, italiani e fiamminghi dal XVI al XIX secolo .

06 di 08

Parco Rocher des Doms

Troverai questo incantevole parco, un'oasi di pace verde, a nord del Palazzo dei Papi. Sali oltre i prati ben curati e le fontane tintinnanti fino alla cima della collina per una vista favolosa sulla città e sul fiume. Direttamente sotto di voi, la Madonna dorata risplende sulla torre della cattedrale Notre-Dame-des-Doms di fronte al Palazzo del Papa. Compra tutto per un picnic nella piazza del mercato di Halles e siediti a mangiare salumi e formaggi, pane fresco e paté con vista sulla gloriosa città di pietra sottostante. 

07 di 08

Mercati e acquisti speciali ad Avignone

Avignone ha una buona selezione di negozi e alcuni di quei grandi mercati del sud della Francia

Mercati

Il moderno mercato coperto, Les Halles  in place Pie, è il luogo ideale per fare acquisti seri. 40 diverse bancarelle vendono i prodotti locali della Provenza dal martedì alla domenica, dalle 6:00 alle 13:00.

Dirigiti verso Place des Carmes per il mercato dei fiori il sabato mattina e il mercato delle pulci la domenica. Da giugno a settembre, il 3 ° lunedì di ogni mese, nelle Allées de l'Oulle , un mercato alimentare specializzato porta in città i piccoli produttori.

I fine settimana significano numerosi mercati alimentari a St-Michel e Place Crillon

Acquisti specializzati

Inizia con i cioccolatini in uno dei migliori cioccolatieri, Puyricard, che ha filiali in tutto il sud della Francia. Ad Avignone, il negozio si trova in 33 rue Joseph Vernet, tel: 00 33 (0)4 90 85 96 33. 

Se sei in Provenza, cerca quei tessuti classici dai colori vivaci.  Prova  Les Indiennes de Nîmes , Mistral in 9 rue des Fourbisseurs, tel: 00 (9) 81 44 90 24 per una buona selezione.

Gli oggetti d'antiquariato, tra cui vecchie ceramiche e mobili e utensili da cucina provenzali, sono in mostra presso  Herve Baume , 19 Rue de la Petite Fusterie, tel: 00 33 (0)4 90 86 37 66. 

Per tutto ciò che riguarda la lavanda, la più provenzale delle piante, recati da  Lavande & Co , 61 Rue Grande Fusterie, tel: 00 33 (0)4 90 14 70 05. 

08 di 08

Festival ed eventi di Avignone

Di tutti gli eventi che questa vivace città mette in scena, il Festival di Avignone è il più conosciuto, sia a livello nazionale che in tutto il mondo. È stato avviato nel 1947 dall'attore-regista Jean Vilar il cui obiettivo era portare il teatro alle masse con attori di spicco come Jean Negroni e Jeanne Moreau. Tenuto ogni anno nel mese di luglio, l'evento della durata di 3 settimane occupa il cortile principale del Palazzo del Papa, che può contenere fino a 2000 spettatori. È un vero evento internazionale con oltre 40 diversi spettacoli di teatro, danza e musica, oltre a mostre di belle arti in tutta la città. Compagnie di tutto il mondo eseguono opere da Euripide a Cechov, da Shakespeare a Mikhaïl Boulgakov.

C'è anche un festival in stile marginale chiamato Avignon Public Off che occupa oltre 100 località più piccole. Ci sono spettacoli gratuiti in place de l'Horloge.

Altri eventi da non perdere includono l' Avignon Blues Festival in ottobre con musicisti da New Orleans a Londra e Parigi. 

L'annuale Mercatino di Natale invade le strade centrali con bancarelle di artigianato, spettacoli musicali, ballerini folcloristici e presepi e statuette.